Visitare il Chianti classico in 3D

Il Chianti classico ora è visitabile anche in 3D

La zona di produzione del Chianti classico è un territorio ricco di storia, tradizioni e sapori. Una destinazione vitivinicola d’eccellenza, in cui i viaggiatori di tutto il mondo ambiscono a trascorrere qualche giorno. Forse non molti sanno che ora questo lembo di terra toscana è visitabile in 3D, grazie all’opera minuziosa di Alessandro Masnaghetti, pioniere di Slow Food e degustatore.

Il progetto del Chianti in 3D

Masnaghetti è un editore, degustatore esperto e ora anche un cartografo del vino. Il suo obiettivo è quello di realizzare mappe ultra dettagliate che rappresentino il territorio di coltivazione e produzione dei rinomati vini italiani. Il metodo con cui le realizza non è complesso, ma richiede decisamente molto tempo: le sue mappe sono frutto di numerose visite e incontri con i contadini e i vignaioli della zona. Anche se la cartografia è una disciplina scientifica e a tratti impersonale, in realtà nelle mappe di Masnaghetti c’è molta personalità: il suo obiettivo infatti è quello di far conoscere la complessità dei territori agricoli e in particolare in questo caso, quella del Chianti classico.

Questo colossale progetto è iniziato a Panzano dove si trova una enclave di vignaioli biologici ed è proseguito nei 9 Comuni del Chianti classico: il risultato finale è un plastico di 91 per 67 centimetri, acquistabile online. Se prima le mappe si potevano solo osservare, ora invece si possono toccare: il Chianti classico può entrare nelle case di ogni enoappassionato del mondo, che può studiare l’area, approfondirne le caratteristiche e i tratti tipici, ancor prima di programmare una visita.

Perché creare una mappa del Chianti?

Molti si chiedono quale sia l’utilità di una mappa del Chianti e che ruolo possa avere nella valorizzazione del territorio. In realtà anche oggi con l’avvento della tecnologia in ogni aspetto del viaggio, le mappe hanno la loro importanza: non appena si arriva in hotel o in agriturismo, al check-in viene spesso consegnata una mappa della zona. In questi documenti grafici e scientifici vengono racchiuse tutte le informazioni su ciò che si può vedere, visitare e gustare. Da questo pensiero è nata l’idea di Alessandro Masnaghetti di ricreare in 3D tutte le caratteristiche di questo grande territorio: valli, montagne e colline sono tutte esposte, ben visibili e addirittura toccabili da chi guarda la mappa. Ogni vigneto dei produttori di Chianti è un microcosmo e una storia da raccontare, per questo sono tutti evidenziati con colori diversi. In questo modo si può compiere un viaggio attraverso le tradizioni e la storia del Chianti classico, pur restando a casa. La prima cosa che appare osservando la mappa è ovviamente la biodiversità così ricca che contraddistingue un territorio tanto prezioso: non si può parlare infatti di un solo vino, ma di tanti vini tutti così diversi e decisamente unici. Ora che si avvicinano le festività, la mappa del Chianti classico in 3D può essere anche un’ottima idea per fare un regalo speciale agli amici o ai parenti appassionati di un grande vino.

 

Written by Anna Fornaciari