Viaggio in barca estivo: quali vini scegliere

Quali sono i vini perfetti da bere in barca

Cosa c’è di più bello che godersi un buon calice di vino durante una gita in barca? L’estate è il momento migliore per lanciarsi all’avventura, insieme alla famiglia o ad un gruppo di amici, navigando a vele spiegate in mare. Chi ha già esperienza nella navigazione lo saprà: è fondamentale rifornire con grande attenzione la cambusa prima di partire, in questo caso sia per quanto riguarda il cibo, sia per le bevande. Il vino purtroppo è un nemico storico del mare: le temperature alte e il continuo movimento non sono favorevoli alla conservazione delle bottiglie. Sempre più barche però si stanno attrezzando per fornire celle frigorifere, spazi refrigerati oppure vere e proprie cantine che permettano di custodire alcune bottiglie, da gustare durante la navigazione. In questo senso è molto importante anche scegliere i vini perfetti da bere in barca, in modo da non commettere errori, una volta saliti a bordo.

Le regole chiave per bere il vino in barca

Ci sono alcune regole importanti da rispettare per una corretta conservazione del vino in barca:

  • mantenere il vino sempre in un luogo fresco, lontano da fonti di calore

  • evitare di trasportare il vino da zone calde a zone fredde ripetutamente

  • tenere tutti i vini nel pozzetto refrigerato, anche quelli rossi

  • ricordarsi di portare un cavatappi e un secchiello per il ghiaccio

  • se la barca non ha una macchina per il ghiaccio, si può reperire nel porto di partenza

  • evitare di trasportare calici di vetro per non infrangerli

  • mantenere il più possibile le bottiglie ferme, contro i movimenti della barca

Una volta che sono state rispettate tutte queste regole, è il momento di passare alla selezione dei vini perfetti da bere in barca, per vivere un’esperienza indimenticabile insieme agli amici o alla famiglia.

La migliore selezione di vini per la barca

Non esiste una particolare tipologia di vini idonea al trasporto in barca: potenzialmente tutti possono essere gustati durante la navigazione, l’importante è il metodo di conservazione. Chiaramente se si considerano le temperature, il sole e i diversi momenti in cui si effettua la gita, si possono prediligere particolari tipologie di vini: primo fra tutti lo Spumante Rosato Extra Dry, fatto con vitigni di aglianico in purezza. Si tratta di un vino ottimo per gli aperitivi e perfetto da accompagnare a piatti a base di pesce e crostacei. Anche il Vermentino IGT di Toscana può essere una buona scelta: un vino bianco perfetto da assaporare, gustando i piatti estivi. Insieme a questo, non può mancare anche una Falanghina Extra Dry, ideale per essere gustato fresco come aperitivo.

Gli amanti dei rossi possono scegliere invece una bottiglia di Barolo DOCG oppure di Barbera d’Alba DOC, entrambi perfetti per accompagnare piatti a base di carne. Chi preferisce invece gli aromi dei vini Campani, potrà prediligere un Aglianico DOP del Sannio che si abbina ai formaggi, ai salumi e alla cacciagione. Infine, un vino che non può mai mancare è il Pinot Grigio del Veneto Orientale: fresco, vivace, beverino, è un vino perfetto per gli aperitivi e per piatti a base di funghi e pesce.

Written by Anna Fornaciari