Taggati con

merlot

Viaggio a “Tenuta Mosole” dove adorano vinificare uve in purezza

30 ettari di vigneti e 220mila bottiglie: ecco presentata in pochi numeri l’azienda “Tenuta Mosole” a Santo Stino di Livenza, comune in provincia di Venezia che rientra nell’areale Doc “Lison Pramaggiore” e in quello Docg “Lison” (insieme ad altri comuni in provincia di Treviso e a quelli in provincia di Pordenone). E sono ormai decenni che questa azienda a conduzione familiare punta all’eccellenza attraverso un sistema di viticoltura in continuo aggiornamento e con un appassionato ricorso alla vinificazione in purezza delle tante uve coltivabili nell’area.

Santo Stino di Livenza, che prende il nome da Santo Stefano e dal fiume che gli scorre vicino, ospita una terra di origine alluvionale ricca di mineralità, dal clima temperato e ventilato, che si colloca nelle valli tra i fiumi Livenza e Tagliamento al confine con il Friuli. Proprio dalle sorgenti carsiche di quella regione nascono infatti i due corsi d’acqua che poi vanno a gettarsi nel Mare Adriatico.

I vini “Fattoria Casa di Terra” nella culla di santi eremiti, dei cipressi del Carducci e del taglio bordolese

Fattoria Casa di Terra

A Bolgheri è un trionfo di vini sempre complessi ed eleganti, dove dominano le uve internazionali che solo talvolta si incontrano con il Sangiovese. Fondata nel 1950 come azienda agricola tradizionale, “Fattoria Casa di Terra” ha iniziato negli anni ’90 a concentrarsi sulla produzione vinicola. Sulle orme dei nonni,i fratelli Giuliano e Gessica Frollani rappresentano oggi una importante realtà locale e gestiscono anche due accoglienti strutture agrituristiche: “Il Pelago” e “Podere Conte Novello”.

Del resto questo territorio è stato tradizionalmente conquistato dalle vigne un pezzo alla volta, grazie all’ottima combinazione tra suolo e clima. Sui suoi 120 ettari di estensione, dai quali si ricava anche un eccellente olio extravergine,  “Fattoria Casa di Terra” ne dedica circa 50 a vigneto con una produzione complessiva di circa 350mila bottiglie. Questa azienda è in grado di rappresentare davvero al meglio le ricchezze locali, che si possono infatti apprezzare durante le degustazioni organizzate per tutti i visitatori

Quando i vini costano come una vacanza, a volte da sogno

I grandi vini non sono mai costati poco ma in certi casi possono raggiungere prezzi pari a quelli di una vacanza da centinaia o migliaia di euro. Persino da decine di migliaia di euro e, allora, la vacanza diventa decisamente da sogno. Ma l’acquisto di una bottiglia di vino rara, perché di una particolare annata, di una serie speciale, magari risalente a varie decine o persino centinaia di anni fa e possibilmente appartenuta a grandi personaggi storici, può rappresentare sia un investimento che uno status symbol per collezionisti.

Per non parlare delle vere e proprie pazzie, come quella legata al vino venduto recentemente ad un’asta di beneficenza a New Orleans, dove un misterioso collezionista del Mississipi, insieme ad alcuni amici, avrebbe pagato 350mila dollari (circa 300mila euro) per una bottiglia di Cabernet Sauvignon californiano del 2015. Però il mercato dei vini più costosi esiste e sembra far sognare in tanti.