Taggati con

sannio

L’azienda “Corte Normanna” nella terra che si è conquistata il buon auspicio

Da Malaventum a Beneventum

Prima dei Romani questa era la terra abitata dalla tribù sannita degli Irpini e sviluppata intorno alla città diMaleventum”. Poi, dopo aver sconfitto Pirro, i nuovi conquistatori la chiamarono con il più benaugurante Beneventum, continuando a tenerla al centro della storia; come al centro di una conca circondata dai gruppi del Taburno, del Partenio e del Mutria, era ed è la sua collocazione geografica. Una lunga storia fino all’alleanza con il Regno dei Normanni nel X secolo, a cui seguì la sudditanza allo Stato Pontificio fino ad arrivare all’Unità d’Italia.

Tradizionalmente attraversato da storie di magia e di streghe, il beneventano ha combattuto per trasformarsi da terra di cattivo a terra di buon auspicio. Ha comunque sempre potuto contare su una fiorente produzione agricola e lo fa ancora oggi, come nel caso della pregiata Melannurca Igp, oppure con gli allevamenti per la mozzarella e la ricotta di bufala Dop. E naturalmente ci sono il vino e l’olio di cui il beneventano e il Sannio sono un generoso e antico punto di riferimento. Non a caso e sin dagli anni ’20 del secolo scorso, l’attività della famiglia Falluto a Guardia Sanframondi, piccolo borgo medievale fortificato, è stata protagonista su un territorio dove per secoli la signoria normanna a cui il nome locale si richiama aveva dato impulso culturale, economico e sociale.

Il beneventano della bufala, della Falanghina e dell’Aglianico

“Maleventum”, trasformata prontamente nella colonia di Beneventum dai Romani vittoriosi su Pirro, era la terra degli Irpini, una delle quattro tribù dei Sanniti. Collocata al centro di una conca circondata dai gruppi del Taburno, del Partenio e del Mutria, è una terra ricca di storia. Il nome Irpinia è oggi riferito prevalentemente alla provincia di Avellino, ma allora comprendeva anche altre terre nella più generale area del Sannio che era costituita oltre che dalla Campania nord-orientale, anche dagli attuali Molise e Abruzzo sudoccidentale.

E il beneventano di secoli ne ha visti passare tanti, anche solo partendo dalla fine dell’Impero Romano, continuando con la presenza longobarda e il Ducato di Benevento fino all’alleanza con il Regno dei Normanni nel X secolo, a cui seguì rapidamente la sudditanza allo Stato Pontificio fino ad arrivare all’Unità d’Italia.