Ippovie nella zona di Bolgheri e della Maremma

Magica, bellissima e perfetta da scoprire a cavallo: la Toscana è una regione magica, ricca di ippovie. Esplorare questi luoghi a cavallo significa immergersi in un sogno, ritrovando il contatto con la natura e la terra, lontano dal caos della città, lasciandosi conquistare dalle meraviglie del paesaggio.

Le ippovie della Toscana si snodano lungo percorsi che toccano l’anima e colpiscono per la loro rara bellezza. Il ritmo lento delle passeggiate a cavallo accompagna il panorama mozzafiato, in cui si alternano bellezze dell’arte, campagne verdi e morbide colline ricoperte di vitigni che producono un vino di grande qualità. In sella al cavallo vi avventurerete fra borghi, castelli, strade bianche e boschi, respirando l’odore della tradizione e lasciandovi sedurre da paesaggi che riempiono gli occhi e seducono. 

Ippovie della Toscana: la magia della Maremma da scoprire a cavallo

Fra i percorsi più suggestivi per scoprire la Toscana c’è senza dubbio la via dei Cavalleggeri, un’ippovia che collega le varie torri di avvistamento costiere nella provincia di Pisa, Grosseto e Livorno. Partendo dalla Maremma attraversa i parchi regionali di Maremma, San Rossore e delle Alpi Apuane, ricongiungendosi con la via Francigena in Lunigiana

Una via magica in cui storia, leggenda e bellezze del territorio si mescolano, creando un mix unico che toglie il fiato. La via infatti ripercorre il sistema difensivo costiero creato secoli fa dal Granducato di Toscana, composto da torri e forti legati a piccoli centri fortificati che oggi sono piccoli gioielli che popolano la costa. 

Ippovie della Toscana: natura, storia e buon vino 

Immaginate di camminare immersi nella storia, in una strada percorsa secoli fa da pirati e corsari, dove veniva trasportato il vino prezioso della Toscana e dove si vivevano grandi avventure. Procedendo troviamo l’ippovia del Casentino che si snoda per oltre 200 km suddivisi in tappe che toccano luoghi suggestivi e magici come il borgo di Bolgheri, Castelnuovo, Montescudaio, Misericordia e Guardistallo, sino alle riserve naturali della Macchia della Magona e del Parco di Montioni.
Posti suggestivi, strade bianche e mulattiere, in cui i cavalli sono perfettamente a loro agio, custodi e spettatori di un territorio che allieta gli occhi e lascia senza fiato. Non a caso le ippovie della Toscana hanno conquistato, con la loro bellezza, tantissimi personaggi famosi. Basti pensare a Sarah Ferguson, che considera da sempre questo territorio un luogo speciale, e che ancora non dimentica quella famosa passeggiata a cavallo, fra Bolgheri e Capalbio, che le rubò il cuore.