Intervista a Marco dell’Enoteca “Il Cantinone Genova”

Come nasce e cosa rappresenta la tua attività?

La nostra è un’attività che ha una storia lunga decenni. Personalmente sono 30 anni che faccio questo lavoro e mio padre lo faceva prima di me. Porto avanti un’enoteca moderna, che cerco di consolidare sulla base di un alto livello dell’offerta. “Il Cantinone Genova” rappresenta indubbiamente una passione di famiglia.

Su cosa deve investire oggi un’attività come la tua?

Sono convinto che per gestire e far crescere una attività come questa si debba puntare su due elementi chiave: qualità e varietà dei prodotti. Non è immaginabile un’enoteca di livello con prodotti qualunque, con poche opportunità di scelta. Il cliente deve poter entrare e disporre di un ampio ventaglio di prodotti tra vini, spumanti ma anche birre, distillati e liquori di eccellenza. Se non si fa cosi, non si riesce a raggiungere adeguatamente il nostro tipo di clientela.

E quale è la tipologia di clientela che viene nella tua enoteca?

In realtà da noi vengono tutti i tipi di clienti, compresi tra quelli che amano bere bene, naturalmente. Famiglie, esperti, occasionali. Tutti attirati dalla vasta gamma di prodotti, dalle grandi etichette. Ecco perché vengono da noi. Perché non trovano il prodotto comune, quello da supermercato. In questo modo la caratterizzazione della clientela avviene spontaneamente.